7) ATTREZZATURA ANTINCENDIO - ISTRUZIONI PER L’USO

ESTINTORI A POLVERE

Gli estintori a polvere sono indicati per l’estinzione di fiamme che abbiano attaccato materiali solidi (carta, legno, piante, stoffa, ecc.) o liquidi. La durata dell’erogazione della polvere degli estintori da 6 kg normalmente in dotazione dell’Osservatorio è di circa 10 secondi.

Possono essere usati su apparecchiature elettriche in tensione.

Utilizzo

1.     Sganciare l’estintore dal supporto a parete (semplicemente appoggiato)

2.     Togliere la spina di sicurezza

3.     Impugnare la lancia

4.     Dirigere la lancia alla base delle fiamme e premere a fondo la leva di comando

 

- Nel caso il fuoco interessi materiali solidi (carta, legno, piante, stoffa, ecc.) il getto va diretto con insistenza su un punto del fuoco fino a completa estinzione delle fiamme. Solo allora si può colpire un altro punto.

- Nel caso invece il fuoco interessi dei liquidi è necessario procedere a ventaglio in modo da ricoprire con l’agente estinguente la maggior superficie possibile interessata dalle fiamme facendo attenzione all’eventuale riaccensione. Piccoli incendi di liquidi contenuti in recipienti possono essere domati semplicemente coprendo l’imboccatura con il coperchio o con la coperta antifiamma.

Non dirigere mai il getto contro le persone. Le sostanze estinguenti possono causare conseguenze peggiori delle ustioni.


 

ESTINTORI A CO2 (ANIDRIDE CARBONICA)

 

Gli estintori a CO2 sono indicati per l’estinzione di fiamme che abbiano attaccato apparecchiature elettroniche anche in tensione in quanto, a differenza degli estintori in polvere, non le danneggiano.

Utilizzo

1.     Sganciare l’estintore dal supporto a parete (è semplicemente appoggiato)

2.     Alzare il cono erogatore

3.     Togliere la spina di sicurezza

4.     Impugnare la maniglia e schiacciare il pulsante, dirigendo il getto alla base delle fiamme

 

Il getto è efficace solo se usato da distanza ravvicinata.

 

 

Il gas erogato è inodore e incolore non tossico, ma asfissiante. Pertanto è necessario limitare il più possibile l’esposizione.

E’ necessario prestare massima attenzione al pericolo di ustioni da congelamento, in quanto il gas fuoriesce ad una temperatura di –73 C°.

Non dirigere mai il getto contro le persone. Nel caso le fiamme abbiano attaccato gli indumenti di una persona va usata la coperta antifiamma.

 

 


 

COPERTE ANTIFIAMMA

Le coperte antifiamma sono indicate per l’estinzione di fiamme che abbiano attaccato singoli oggetti o apparecchiature quali ad esempio computer o stampanti.

Sono inoltre particolarmente indicate per proteggere le persone dalle fiamme oppure nel caso l’incendio abbia attaccato gli indumenti di una persona.

 

Utilizzo

1. Estrarre la Coperta Antifiamma dall’involucro

2. Avanzare verso l'incendio proteggendosi dal calore con la coperta stessa

3. La coperta deve scorrere ed essere adagiata sul materiale incendiato senza provocare vortici d’aria che alimenterebbero ulteriormente la combustione

4. Far aderire il più possibile la coperta al materiale in fiamme, evitando infiltrazioni di aria e trattenendola fino al completo raffreddamento

Nel caso il fuoco abbia attaccato gli indumenti di una persona

1. Impedire che l’infortunato si metta a correre

2. Avvolgere con la coperta antifiamma la persona fino a completa estinzione delle fiamme;

 

Torna all'indice