1) PREMESSA

 

Generalità

Il presente Piano di Emergenza, redatto ai sensi del D.Lgs. 81/2008 ed al D.M. 10 marzo 1998, riguarda i comprensori gestiti dall’INAF – Osservatorio Astronomico di Trieste:

- Comprensorio del Castello Basevi – via Tiepolo e via Besenghi

- Comprensorio di Villa Bazzoni

- Stazione osservativa di Basovizza

Obiettivi del Piano

Scopo del Piano di Emergenza è quello di:

- informare i lavoratori sul comportamento da adottare in caso di emergenza

- affrontare l’emergenza immediatamente per contenerne gli effetti e riportare rapidamente la situazione in condizioni di normale esercizio;

- pianificare le azioni necessarie per proteggere sia il personale ed i collaboratori dell’Osservatorio e del Dipartimento di Astronomia sia gli addetti delle ditte appaltatrici e gli eventuali visitatori;

- proteggere nel modo migliore i beni e le strutture.

Planimetrie

Formano parte integrante del Piano le planimetrie degli edifici esposte lungo i corridoi, indicanti:

- le vie di fuga in caso di evacuazione

- le uscite di sicurezza

- i punti di raccolta

- i presidi antincendio (estintori, idranti)

- il pulsante di sgancio generale dell’impianto elettrico

- le valvole di intercettazione combustibile dell’impianto termico

- i pacchetti di medicazione

Classificazione delle emergenze

Le possibili situazioni di emergenza individuate sono:

- incendio e/o esplosione;

- infortunio;

Addetti al primo intervento

Sulla base della classificazione delle emergenze sono designati dal Datore di Lavoro in ciascuno dei tre comprensori, via Tiepolo, Villa Bazzoni e Basovizza, i lavoratori incaricati dell’attuazione delle misure di prevenzione incendi e lotta antincendio, di evacuazione del personale in caso di emergenza e di pronto soccorso, suddivisi in:

- squadra di gestione dell'emergenza

- squadra di pronto soccorso

Gli addetti alla squadra di pronto soccorso sono formati sulla base di quanto disposto dall’allegato VI del D.M. 15 luglio 2003 n. 388, gli addetti alla squadra di gestione dell’emergenza sulla base dell’allegato IX del D.M. 10 marzo 1998 con la frequenza del “corso per addetti antincendio in attività a rischio di incendio medio”.

Presso il comprensorio di Villa Bazzoni gli addetti sono individuati necessariamente tra il personale di ricerca, non essendovi impiegato personale tecnico-amministrativo. Per la particolarità delle mansioni svolte che richiedono frequenti missioni fuori sede, la presenza degli addetti non può essere sempre assicurata. In caso di contemporanea assenza di tutti gli addetti, gli interventi saranno assicurati dalla squadra di via Tiepolo, dalla quale la Villa Bazzoni è raggiungibile a piedi in pochi minuti.

 

Aggiornamento e revisione del Piano

Il piano verrà aggiornato ogni qualvolta necessario per tenere conto:

- delle variazioni avvenute negli edifici sia per quanto attiene agli edifici stessi ed agli impianti, sia per quanto riguarda le modifiche nell’attività svolta

- di nuove informazioni che si rendono disponibili

- di variazioni nella realtà organizzativa che possano avere conseguenze per quanto riguarda la sicurezza

- dell’esperienza acquisita

- delle mutate esigenze della sicurezza e dello sviluppo della tecnica e dei servizi disponibili

 

Torna all'indice