ESPRESSO vede il cielo per la prima volta a UT1/VLT (ESO)

La "prima luce" del cielo col coudé train dello spettrografo ESPRESSO al telescopio UT1 del VLT (ESO) è stata ottenuta nella prima metà della notte del 13 Dicembre 2016. Come evidenziato già nei test diurni, le osservazioni astronomiche non hanno fatto altro che confermare i risultati attesi: perfetto allineamento, ottima qualità ottica e totale stabilità dell’intero sistema che risulteranno fondamentali per conseguire i risultati scientifici attesi.

Dopo i risultati incoraggianti ottentuti con l’installazione del primo coudé train sul telescopio ESO/VLT UT4 con la relativa “prima luce” avvenuta a settembre 2016 ([1] e [2]), il team di ESPRESSO ha proceduto con l’installazione e l’allineamento delle ottiche del secondo coudé train, questa volta sul telescopio UT1. Potremmo anche definire l'evento come la “seconda luce” di ESPRESSO. Nonostante la complessità, grazie all’esperienza acquisita con il primo commissioning, l’installazione meccanica e il successivo allineamento ottico sono avvenute in tempi molto rapidi e già test effettuati durante il giorno, prima delle notti assegnate sul cielo, hanno potuto evidenziare l’eccellente qualità ottica fornita dal sistema e il suo perfetto allineamento.

In figura 1 si può apprezzare l’ottima qualità ottica fornita dal sistema sia nell’ immagine di campo che in quella di pupilla. La misura della FWHM della stella è dell’ordine o migliore del seeing e pari a circa 0.5 secondi d’arco. La figura 2 mostra un’immagine di una stella doppia con le componenti separate di circa 3.2 secondi d’arco. Ciò ha permesso di calcolare la scala dell’immagine che risulta essere dell’ordine di 0.042 secondi d’arco per pixel binnato (2x2), come previsto teoricamente. La forma leggermente elittica è dovuta ad un residuo della dispersione atmosferica (non ancora del tutto corretta).

 

Per ulteriori informazioni: Paolo Di Marcantonio, tel 040 3199 337, e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Figura 1

 

Figura 2